Bando Inail 2016 amianto: contributi per la bonifica

Bando Inail 2016: le novità

Con il bando del 2016 Inail rinnova il suo impegno per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro. L’ente contro gli infortuni sul lavoro si è sempre contraddistinto per l’interesse verso questa tematica, di recente concretizzatosi nell’istituzione di un fondo per gli interventi di sanificazione dei contesti più disagiati.

Si segnalano delle novità. Quest’anno, infatti, è stato riservato uno spazio importante alle iniziative di bonifica dell’eternit.

Cosa prevede il bando Inail 2016 amianto? Siamo realmente di fronte a un passo in avanti sul cammino della prevenzione?

Il problema dell’amianto è molto serio. Questo materiale è stato utilizzato per parecchi decenni nell’edilizia, salvo poi scoprire che è tra i più tossici in circolazione. Il danno è già stato fatto, dunque ora si tratta di eliminare l’amianto dagli edifici e dalle costruzioni in generale. Gli interventi costano, e sono resi ancora più difficoltosi da una cattiva gestione della cosa pubblica o dall’indolenza di chi dovrebbe metterci del suo e non lo fa.

Il bando Inail 2016 amianto rientra in un progetto di finanziamento su larga scala, che vede un impegno dell’ente, diluito in dieci anni, pari a 1,2 miliardi di euro. Quest’anno sono stanziati 276 milioni, o poco più, da erogare a quelle imprese che presenteranno progetti per la messa in sicurezza nei luoghi di lavoro.

Bando Inail 2016 amianto: l’invio della domanda

La novità riguarda proprio l’amianto. È stato infatti creato un asse di finanziamento esplicitamente dedicato alle iniziative di bonifica. Come nelle volte passate, le aziende interessate potranno inoltrare regolare domanda sul portale dell’Inail, in via telematica, dal 1° marzo al 5 maggio 2016.

I fondi sono ripartiti su base regionale, in modo da garantire una copertura quanto più possibile omogenea del territorio italiano. Il bando si rivolge a tutte le imprese, anche individuali, presenti sul territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura.

Bando Inail amianto: alcuni dettagli

In che cosa consistono i finanziamenti? Questi consentono di coprire fino al 65% delle spese. Il contributo massimo è di 130mila euro. Il minimo è di 5.000 euro, ma non si applica per le imprese che hanno meno 50 dipendenti.

Le procedure quest’anno sono rese ancora più trasparenti. L’inoltro della domanda, come giù anticipata, va effettuato sul portale dell’ente, e più specificatamente nella sezione “Servizi Online”.

A partire dal 12 maggio le imprese che risulteranno idonee, ma non ancora beneficiarie, otterranno un codice identificativo, grazie al quale potranno verificare in qualsiasi momento lo stato della loro domanda e apprendere, quando le informazioni saranno disponibili, l’esito della stessa.

 

Finanziamenti Europei: altri articoli correlati

Bando Inail 2016 amianto