Finanziamenti Imprenditoria Femminile 2017: le opportunità offerte da Sardegna e Calabria.

Finanziamenti Imprenditoria Femminile 2017: l’importanza di investire sulle donne.

L’imprenditoria femminile deve essere sostenuta e, soprattutto, incentivata. Le donne, grazie alla loro creatività e al loro dinamismo, rappresentano una parte importante dell’economia nazionale, una parte che deve essere sfruttata al meglio al fine di dare dei risultati. Vediamo quindi due casi interessanti di finanziamenti imprenditoria femminile in Italia.

Finanziamenti Imprenditoria Femminile: IMPR.INT.ING Donne.

IMPR.INT.ING Donne è un programma operativo regionale promosso dal Fondo Sociale Europeo 2014-2010. La Sardegna, prima regione ad aver aderito a questo programma, continua il percorso, iniziato nel 2016, per favorire misure di welfare aziendale per libere professioniste con il bando regionale Welfare e work life balance. 

Il bando ha l’obiettivo di favorire l’imprenditoria femminile tramite la consulenza strategica dei professionisti. Mira alla nascita di nuove realtà imprenditoriali e di lavoro autonomo. Inoltre vuole individuare tutti i soggetti qualificati a erogare, sotto forma di voucher, servizi integrati di consulenza per la progettazione e l’avvio di nuove imprese.

I servizi saranno rivolti a disoccupati, con particolare attenzione a quelli di lunga durata e alle donne, residenti in Sardegna, di età superiore ai 29 anni. Dovranno servire:

  • per sostenere la creazione di nuove iniziative d’impresa;
  • ad accompagnare l’avvio di nuove iniziative d’impresa;
  • a promuovere azioni con l’obiettivo di assicurare misure di conciliazione tra vita privata e lavorativa.

Imprese, soggetti accreditai pubblici e privati, ordini e associazioni hanno la possibilità di offrire, attraverso le loro competenze, un supporto alle iniziative imprenditoriali da realizzare. Vengono definiti il piano d’impresa, le risorse umane da utilizzare e i servizi di conciliazione da attuare. Il voucher, richiesto alla regione, può avere un valore massimo di € 2.000.

Finanziamenti Imprenditoria Femminile: in prima linea anche la Calabria.

Tuttavia la Sardegna non è l’unica regione virtuosa, infatti anche la Calabria propone dei finanziamenti per l’imprenditoria femminile. La Camera di Commercio di Cosenza sostiene lo sviluppo di aziende femminili attraverso la concessione di contributi per le imprese a prevalente partecipazione femminile. Il finanziamento è pari al 60% della spesa effettuata ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA delle fatture ricevute. Ogni impresa può ottenere un solo contributo di massimo € 5.000.

I soggetti beneficiari sono le aziende a prevalente partecipazione femminile, operanti in tutti i settori economici. Esercitata in forma individuale o collettiva, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media imprese. Inoltre devono avere sede legale e operativa a Cosenza ed essere iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Cosenza.

Le spese ammissibili sono relative a diversi ambiti, quali investimenti mirati al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica o di manutenzione straordinaria dei locali utilizzati. E ancora, hardware e software necessari al processo produttivo o impianti riferiti al processo produttivo dell’azienda. La dotazione finanziaria complessiva destinata all’iniziativa è pari a € 80.000.

 

Finanziamenti Europei: altri articoli correlati

contributi a fondo perduto imprenditoria femminile