Accordo partenariato Italia, approvazione Commissione Europea

Accordo partenariato Italia: una misura da 43 miliardi di euro

È finalmente giunto l’okay da parte della Commissione Europea all’Accordo di partenariato Italia. Un intervento destinato alla gestione di oltre 42 miliardi di euro, risorse che fanno parte dei fondi europei rivolti al nostro paese per il settennato 2014-2020.

I fondi europei che potranno essere spesi dall’Italia, in base a questo previsto dall’accordo, sono così strutturati:

  • 20.651.500.000 euro a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR);
  • 10.467.200.000 euro a valere sul Fondo sociale europeo (FSE);
  • 10.429.700.000 euro a valere sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • 537.300.000 euro a valere sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP).

Accordo di partenariato Italia Ue: i programmi Ue

Il testo definitivo dell’accordo è già stato pubblicato dal Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica. L’Accordo di partenariato Italia riguarda i Programmi Operativi Regionali di tutte le Regioni e Province autonome e i Programmi di sviluppo rurale regionali, ma anche:

6 Programmi Operativi Nazionali validi per tutte le Regioni:

  • PON Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento;
  • PON Sistemi di politiche attive per l’occupazione;
  • PON Inclusione;
  • PON Città Metropolitane;
  • PON Governance e Capacità Istituzionale;
  • PON Iniziativa Occupazione Giovani;

2 Programmi Operativi Nazionali che operano nelle regioni in transizione e meno sviluppate:

  • PON Ricerca e innovazione;
  • PON Imprese e Competitività;

3 Programmi Operativi Nazionali per le sole Regioni meno sviluppate:

  • PON Infrastrutture e reti;
  • PON Cultura;
  • PON Legalità;

2 Programmi Operativi Nazionali a valere sul FEASR:

  • Rete Rurale nazionale;
  • Gestione del rischio, infrastrutture irrigue e biodiversità animale;

un Programma Operativo Nazionale a valere sul FEAMP.

Se avete bisogno di maggiori particolari vi invitiamo a visitare i seguenti collegamenti dove sono riportate le sezioni che compongono il documento definitivo:

Finanziamenti Europei: altri articoli correlati

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *