Fondi europei start up: l’iniziativa Startup Europe Partnership

Fondi europei start up: l’iniziativa Startup Europe Partnership. Ogni nuova impresa del Vecchio Continente potrà fruire del progetto Startup Europe Partnership, iniziativa annunciata nel corso dell’Europe 2020 Summit. Si tratta di una piattaforma volta allo sviluppo delle startup europee, coordinata dall’organizzazione non profit Mind the Bridge e dalla fondazione per l’innovazione Nesta. Nel novero dei sostenitori istituzionali fanno la loro comparsa l’European Investment Bank Group, la Cambridge University, la IE Business School, nonché l’università teutonica HIIG Berlin.

L’intento è di sostenere le nuove aziende che vogliono trovare maggiore risalto nell’ambito del mercato internazionale. Le start-up coinvolte sono quelle nate nell’ambito delle nuove tecnologie. Tra gli esempi di eccellenza cui è possibile fare riferimento sono imprese ormai globali, come Delivery Hero, impresa fondata nel 2010 e in grado di conseguire 306 milioni di dollari in otto round di finanziamento.

In alternativa potreste pensare al ruolo ricoperto dalla svedese iZettle, che ha attirato tre diverse fasi di investimenti per 102 milioni di dollari. Il Paese che ha maggiormente approfittato dei fondi europei start up è il Regno Unito, che può vantare oltre un milione di dollari di founding all’attivo. Qui sono nate un quarto delle nuove aziende che fanno parte del Sep. Al secondo posto si piazza la Germania, che vanta una quota del 15%. L’Italia è al di sotto di questa quota, attestandosi sul 5% complessivo.

Anche dal punto di vista degli investor, i mercati che hanno dimostrato maggiore reattività sono quello inglese e tedesco.

Finanziamenti Europei: altri articoli correlati

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *