Fondi europei giovani: rimborsi più veloci e meno burocrazia

Fondi europei giovani 2015: la commissione europea incentiva gli investimenti

Facilitare l’avvio di nuovi progetti per i giovani. È questo l’obiettivo delle nuove regole adottate dalla Commissione Europea per ridurre la burocrazia e velocizzare i rimborsi nei confronti dei Paesi UE che investono sui giovani.

Applicabili ai progetti finanziabili con le risorse del Fondo sociale (Fse) e con i fondi di Iniziativa giovani (Yei), le norme consentiranno non solo di snellire il processo di rimborso, ma anche di ottenere un risparmio importante dalle varie risorse: amministratori pubblici, organizzazioni partner e Ong.

La Commissione ha, infatti, invitato tutti gli Stati membri a sviluppare dei nuovi sistemi di calcolo con cui stimare delle unità di spesa standard per lo svolgimento di progetti finanziabili con i fondi Yei e Fse. Le prime applicazioni di tali sistemi possono essere già osservate in Svezia e Francia.

Finanziamenti europei: 6,4 miliardi per Neet e disoccupati

Nello specifico l’iniziativa per l’occupazione giovanile è volta a fornire un sostegno supplementare ai giovani che anno meno di 25 anni d’età e vivono in Regioni che nel 2012 avevano un tasso di disoccupazione giovanile di oltre il 25%. L’incentivo è rivolto in particolare ai cosiddetti Neet: ragazzi che non lavorano e non seguono alcun percorso di studio o formazione.

Sono inclusi tra i possibili beneficiari del progetto anche i disoccupati di lunga durata e quelli non iscritti presso i centri per l’impiego. La dotazione complessiva dell’iniziativa, per il periodo 2014- 2020, è di 6,4 miliardi di euro. Il progetto è attuato in conformità della normativa Fse.

Per quanto riguarda l’attuale situazione dell’occupazione giovanile in Europa, sono 850 mila i ragazzi che nel 2014 hanno trovato lavoro. Un dato reso noto da Marianne Thyssen, commissaria Ue all’occupazione e affari sociali, che in merito al nuovo progetto per i fondi europei giovani ha dichiarato “La decisione di oggi renderà più facile la realizzazione sul territorio dei progetti per i giovani”.

Finanziamenti a fondo perduto: un miliardo in prefinanziamento

A tal proposito, la Commissione Europea fornisce delle linee guida generali fondi europei giovani per le procedure di riduzione dei costi di gestione per l’utilizzo dei finanziamenti del Fondo sociale europeo. Tali indicazioni sono contenute in due documenti, il Simplified Cost Options (SCOs) e il Joint Action Plans (JAPs).

Ricordiamo che la stesura del nuovo regolamento è stata preceduta dal pagamento di un miliardo di euro in prefinanziamento per l’Iniziativa (che si stima dovrebbe andare a beneficio di 650 mila ragazzi) e il potenziamento dell’Alleanza europea per l’apprendistato, con l’impegno di aziende leader in Europa. Scopo di quest’ultimo programma è creare 140 mila apprendistati e nuove opportunità di formazione per i giovani.

Finanziamenti Europei: altri articoli correlati

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *