Fondi europei per enti locali: migliorare la qualità con risorse comunitarie

Fondi europei per enti locali: migliorare la qualità con risorse comunitarie. Si è verificato un pesante taglio nei trasferimenti dallo Stato ai Comuni, cui si aggiungono le difficolta addotte dall’applicazione del Patto di Stabilità. Un quadro che ha spinto molto enti locali a ricorrere a soluzioni alternative per la realizzazione di servizi e strutture utili al territorio. In questo senso un ruolo chiave sarà ricoperto dai fondi europei per enti locali.

I fondi offerti dall’Unione Europea afferiscono a due tipologie, ve ne sono di strutturali e settoriali. Nel primo caso abbiamo una programmazione curata in modo diretto da parte dei Governi nazionali e regionali dei paesi Ue. I fondi settoriali sono invece programmati da parte delle direzioni generali della Commissione Europea. In un caso l’intento è contribuire alla riduzione del divario che esiste fra i Paesi membri, mentre nell’altro lo scopo è supportare la definizione di politiche comuni in settore strategici, come la ricerca e l’innovazione tecnologica, l’ambiente e l’imprenditorialità.

La programmazione comunitaria 2014-2020 prevede una strategia fondata su alcune priorità, tra le quali figurano la competitività, la sostenibilità ambientale e l’inclusione sociale. I bilanci degli enti locali potrebbero trarre giovamento dall’accesso combinato a fondi strutturali e settoriali. Risorse che potrebbero apportare un incremento della qualità dell’offerta dal punto di vista dell’innovazione manageriale e del servizio percepito dal cittadino.

Fondi europei per enti locali: quali gli interventi possibili? Gli enti locali possono così improntare una strategia fondata su due assi portanti. Da una parte la costituzione di un ufficio delle politiche comunitarie per il supporto della struttura amministrativa nell’accesso ai fondo, dall’altra utilizzare consulenze esterne.

Finanziamenti Europei: altri articoli correlati

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *